Black Mirror [HD]

Serie tv britannica firmata da Charlie Brooker, Black Mirror, nata nel 2011 e tutt’ora in produzione, rientra a pieno titolo tra le migliori serie tv degli ultimi anni ed ha conosciuto un eccezionale successo internazionale di pubblico e critica. Non a caso, si è aggiudicata nel 2017 l’International Emmy Award per Migliore Serie Televisiva dell’anno e due suoi specifici episodi, San Junipero (terza stagione) e USS Callister (quarta stagione) hanno vinto rispettivamente uno e quattro Emmy.

La serie è di impronta antologica, non avendo una trama madre che abbraccia in generale ogni singola stagione e vedendo, al contrario, ciascun episodio mutare la propria trama e il proprio cast.
Il filo conduttore di Black Mirror, che si declina variamente in ogni puntata, è rappresentato da un’analisi accurata, lucida e spesso cinicamente e spaventosamente spietata e veritiera degli effetti che l’uso e lo sviluppo delle nuove tecnologie o di idee futuristiche ma verosimili comportano sulla vita della società, dei suoi cittadini e sulle relazioni umane ed emotive di questi ultimi.
E’ stato proprio il tono disincantato e spesso pessimistico di Black Mirror a portare ad inserire la serie a pieno titolo nella categorie delle serie televisive distopiche: in ogni episodio, infatti, ci si trova di fronte allo sviluppo di situazioni che traggono spunto dalla realtà contemporanea o interamente proiettate nel futuro le quali pongono lo spettatore, senza mezzi termini, dinanzi al quesito fondamentale che attanaglia spesso lo scenario moderno: quanto è benefico, in fondo, l’incessante progredire tecnologico e quanto, invece, ci danneggia e ci impoverisce umanamente?

Portando spesso alle estreme conseguenze i potenziali effetti collaterali delle nuove tecnologie, la risposta che Black Mirror dà a questa domanda, pur sbilanciandosi verso un polo negativo, è sempre velata tra le pieghe di ogni episodio e in tal modo lascia lo spettatore assolutamente libero di sviluppare una sua personale riflessione critica.
Talvolta paradossale e lontana, talvolta incredibilmente attuale, Black Mirror tiene incollati allo schermo dal primo all’ultimo secondo.